I MIEI OCCHI PIANGONO

COME IL MIO CUORE PIANGE

COME IL CIELO PIANGE

OGNI VOLTA CHE LASCIATE

QUESTA NON PIU’ VERDE VALLE

SONE LE UNICHE LACRIME VERSATE PER VOI

PERCHE’ PER VOI NON  C’E’ NESSUNA PIETA’

PERCHE’ VOI NON CONTATE

PERCHE’ VOI  NON PRODUCETE

PERCHE’ DIO NON VI HA FATTO COME GLI UOMINI

MA DIO VIA HA FATTO!

PERTANTO ESISTETE

AVETE IL VOSTRO RUOLO IN QUESTO BRUTTO MONDO

UN RUOLO MARGINALE

FORSE………

MA CI SIETE.

NON SIETE TRIGRI, NE LEONI

SIETE SOLO MICI

PICCOLI DELIZIOSI FELINI

CHE CREDONO ANCORA CHE L’UOMO SIA UN AMICO

CHE CREDONO ANCORA CHE L’UOMO LI AMI

CHE CREDONO ANCORA CHE L’UOMO LI PROTEGGA

NON SANNO CHE L’UOMO NON AMA CHE SE STESSO

E FORSE NEANCHE TANTO

CHE SI UCCIDE PER IL GUSTO DI FARLO

NON PER NECESSITA’

IO CHE SONO UOMO MI VERGOGNO

IO CHE SONO UOMO TI CHIEDO SCUSA

IO CHE SONO UOMO VORREI TANTO ESSERE UN GATTO.

 

Gabriella Arata

PER TITTI

 

A TE E PER TE QUESTO GRIDO DI DOLORE

QUESTO URLO DI RABBIA

QUESTA SENSAZIONE DI IMPOTENZA

 

A TE CHE NON PARLAVI LA MIA LINGUA

MA CON I TUOI SUONI MELODIOSI 

CON I TUOI GESTI ARMONIOSI

TI SEI SEMPRE FATTA CAPIRE

A TE  CHE DORMIVI TRA LE MIE BRACCIA

NASCONDENDO IL  TUO CAPINO  NEL MIO SENO

A TE CHE ERI GELOSA DI CHIUNQUE  MI AVVICINASSE

A TE FIGLIA MIA E A TE FIGLIA MIA

QUESTA GRANDE SOFFERENZA E’ DEDICATA

 

IL VUOTO LASCIATO DA TE

NULLA LO POTRA’ RIEMPIRE

OGNI GIORNO PARLERO’ CON TE

PER TUTTO IL TEMPO A VENIRE

I NOSTRI DISCORSI LI CONTINUEREMO A FARE

COME SE NULLA FOSSE SUCCESSO

COME SE OGNI GIORNO CI DOVESSIMO INCONTRARE

 

SOTTO UNA COPERTA DI FIORI STAI ORA RIPOSANDO

QUANDO TI SVEGLIERAI MI TROVERAI LI ACCANTO.

 

Gabriella Arata

DEDICATA A PIPPI

 

 

PICCOLA,  DELICATA,  FRAGILE

I TUOI OCCHI NON SORRIDEVANO MAI

SOLO QUANDO TI ACCAREZZAVO

IL TUO MUSETTO SI TRASFORMAVA

NE VOLEVI ANCORA E ANCORA E ANCORA

NON TI BASTAVANO MAI

 

CHE STRAZIO NON VEDERE  PIU’  LA LUCE NEI TUOI OCCHI

NON VEDERTI BATTAGLIERA  COME SEMPRE

VEDERTI REMISSIVA,  RASSEGNATA

E QUASI DESIDEROSA DI ANDARTENE

 

SE CREDESSI AL SOPRANNATURALE

DOVREI DIRE CHE NON HAI RETTO AL DOLORE

CHE LA MORTE DI TITTI TI HA LASCIATO UN VUOTO INCOLMABILE

QUASI NON POTESSI  VIVERE SENZA DI LEI

 

QUESTA E’  LA SENSAZIONE CHE HO AVUTO

E MI DISPISCE ANCORA DI PIU’ CREDERE CHE SIA COSI’

PERCHE’ VUOL DIRE CHE IO NON TI BASTAVO

 

ADDIO PICCOLINA ORA RIPOSI ACCANTO  A  TITTI

SOTTO  UN PRATO FIORITO

IO SONO E SARO’ SEMPRE LI ACCANTO A VOI.

 

Gabriella Arata

 

 

VIDEO SU UNA GATTA MERAVIGLIOSA

 

Se non trovi  l'indice a sinistra

CLICK QUI  PER VISUALIZZARLO